<< Back

Come avere una perfetta gestione dei dati per il marketing

Le aziende hanno tra i loro obiettivi l’elaborazione di strategie e tattiche di comunicazione efficaci per la promozione dei propri prodotti/servizi, quindi la risoluzione del problema gestione dati sui consumatori è fondamentale. Lo sanno bene gli uomini di marketing che quotidianamente si misurano con la sfida di sfruttare tutte le informazioni potenzialmente a disposizione per rafforzare la brand awareness, aumentare la visibilità online e, in definitiva, contribuire all’innalzamento dei risultati di business

Elementi chiave del data management 

La gestione dati, data management in inglese, è un’attività ormai fondamentale nelle organizzazioni in quanto consente loro di trasformare le informazioni in risorse preziose. Nello specifico, nel data management sono incluse una serie di azioni che vanno dalla raccolta, alla conservazione, all’uso dei dati in modo sicuro, efficiente e conforme alla normativa

Il proliferare di canali digitali ha comportato un aumento esponenziale delle informazioni potenzialmente a disposizione, si tratta di risorse necessarie per tante funzioni di business, dalle operation al customer case, dall’amministrazione sino, naturalmente al marketing e alle vendite.  

In generale, per impostare una corretta strategia di data management è prima di tutto fondamentale identificare gli stakeholders, tutte le figure coinvolte nel processo di gestione dati sia dal punto di vista della raccolta che della loro fruizione; solitamente è l’IT che invece mette in campo una serie di professionisti (dal Chief Data Officer in poi) cui si può fare riferimento. 

È poi necessario individuare gli effettivi bisogni informativi, capire come i dati vengono utilizzati e quali sono gli output strategici (differenti per ciascun tipo di organizzazione) che bisogna trarne. 

Gestione dei dati e informatica 

Il primo fondamentale contributo che può dare l’informatica al processo di gestione dati è la possibilità di costruire banche dati, ossia archivi di dati strutturati resi omogenei per contenuti e formato, (cosa oggi non del tutto scontata considerato il moltiplicarsi di fonti diverse tra loro da cui è possibile attingere le informazioni: dal Web ai canali social, sino alle banche dati di terzi). 

Utilizzando la tecnologia è poi possibile conservare grandi quantità di informazioni (sia in locale, sia eventualmente in cloud) avendo, al tempo stesso, la garanzia di poterli avere velocemente disponibili in caso di bisogno. 

La tecnologia offre inoltre una serie di funzioni pensate appositamente per una gestione dei dati stessi in piena conformità delle normative di sicurezza e privacy

The Information Lab - svolta al marketing grazie alla gestione dati

Focus sui vantaggi di una corretta gestione dati per il marketing 

Le piattaforme software che abilitano un’efficace gestione dei dati aziendali sono particolarmente utili in ambito marketing e, ancora più nello specifico, sul fronte del marketing digitale

Veri e propri collettori di dati provenienti da tutti i canali di comunicazione sia fisici sia virtuali, queste soluzioni software offrono una visione completa del cliente che può integrare tutto ciò che in azienda si conosce su di lui (inclusi, per esempio, l’anagrafica, i prodotti già acquistati eccetera) e la propone in dashboard di facile lettura anche per gli utenti meno tecnici. 

Inoltre, una volta individuati i dati significativi, sfruttando i sempre più sofisticati algoritmi di intelligenza artificiale, è possibile ottenere da questi tool suggerimenti pratici per i decisori aziendali. Si tratta dei cosiddetti insight, intuizioni originali (per esempio sui trend in atto) altrimenti difficilmente riscontrabili, che consentono di supportare il processo di disegno delle strategie. 

Per essere sempre più mirati nella propria attività di comunicazione, i software consentono di profilare i dati immagazzinati secondo vari indicatori utili a estrapolare segmenti di pubblico con caratteristiche comuni. E questo è utile per capire, per esempio, quali potrebbero essere i potenziali a determinate iniziative, cui destinare messaggi personalizzati, promozioni, scontistica ad hoc e così via. 

Le piattaforme dati consentono poi, una volta implementate le strategie stesse, di tenere traccia dell’andamento delle attività di comunicazione proposte ai consumatori e delle loro risposte per poter eventualmente intervenire con azioni correttive che siano finalizzate al raggiungimento degli obiettivi che ci si era prefissi. 

New call-to-action

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.