Insights / Blog

Tableau 2022.3: tutte le novità

Tableau-2022.3

La versione Tableau 2022.3 è finalmente arrivata, andando ad aggiungere ulteriori innovazioni che rendono ancora più facile la scoperta di insights per analisti e utenti business. Le features più salienti riguardano il Data Guide, le estensioni delle tabelle e la Zone Visibility dinamica. È possibile scaricare la nuova versione di Tableau 2022.3  dal portale web. Iniziamo quindi ad esplorare le diverse features rilasciate con la nuova versione.

Trova rapidamente le informazioni con il Data Guide


Il Data Guide rappresenta un’aggiunta in Tableau 2022.3 che aiuta a colmare il divario di conoscenza tra chi crea e chi utilizza una dashboard. Si tratta essenzialmente di una guida all’uso di dashboard e viste.

In che cosa consiste?

 

Il Data Guide rappresenta un miglioramento di Explain Data, funzionalità introdotta nella versione 2019.3, assieme ad ulteriori aggiunte.
Explain Data è stato implementato per aiutare gli utenti ad individuare valori anomali, variazioni significative dei dati e più in generale a spiegare specifici dati selezionati in una vista. Oltre a riproporre queste funzionalità, il Data Guide fornisce agli utenti finali ulteriori informazioni contestuali con descrizioni e link a risorse. Questa aggiunta in Tableau 2022.3 aiuta notevolmente gli utenti a familiarizzare più rapidamente con i diversi dettagli della dashboard.

Il Data Guide si presenta come un riquadro a scomparsa nell’ambiente Tableau. E’ importante notare che il Data Guida cambia a seconda del livello di dettaglio della vista. Cliccando su un mark specifico si possono visualizzare approfondimenti più specifici rispetto all’overview generale:

Come utilizzarlo?


Il pulsante di Data Guide si trova accanto al pulsante “Show Me” nell’angolo superiore destro dell’interfaccia. Facendo clic su di questo si aprirà il nuovo riquadro a destra.



Il Data Guide opera su diversi livelli di dettaglio: a livello di datasource, dashboard, viz e mark (ovvero un punto selezionato all’interno di una viz).

Dashboard Level  qui possiamo rivelare ulteriori informazioni su nome, autore e data dell’ultima pubblicazione, così come descrizioni e link extra alle risorse, elenchi datasource utilizzati e informazioni sugli outlier rilevati da Explain Data.
Data Source Level  che ci mostra nel foglio in cui siamo la datasource con la quale stiamo operando
Viz Level  cliccando invece sui diversi fogli presenti nella dashboard possiamo accedere al livello di dettaglio di visualizzazione. Oltre a vedere le descrizioni specifiche, i link alle risorse e le informazioni degli outlier, possiamo anche visualizzare un breve riepilogo dei dati e dei filtri applicati alla visualizzazione.
Mark Level  Per quanto riguarda infine il livello di dettaglio dei mark, vediamo ciò che abbiamo imparato a conoscere dalla funzionalità Explain Data. Per quanto riguarda le informazioni che ci vengono presentate, possiamo ottenere ulteriori spiegazioni da un punto specifico nel grafico. Oltre a vedere un riepilogo, non ci sono descrizioni o collegamenti a risorse.


Aggiungi analisi e previsioni avanzate con le Table Extentions


Per sfruttare appieno i dati è talvolta necessario trasformarli ed elaborarli e questo processo in Tableau 2022.3 è più facile che mai grazie alle Table Extentions (o estensioni di tabella). Queste estensioni ci permettono di lavorare con estensioni di analisi come Phyton, R e Einstein Discovery.

È possibile inserire una nuova Table Extension trascinandola all’interno del canvas nel tab del datasource.


Creazione di Dashboard di alto livello con la Dynamic Zone Visibility


Se da un lato gli utenti si aspettano contenuti ed esperienze personalizzate, dall’altro spesso risulta inefficiente generare dashboard diverse per ogni pubblico. La funzione di Dynamic Visibility Zone rappresenta forse uno dei più importanti cambiamenti a livello di feature in quanto consente di mostrare e nascondere aree della dashboard attraverso l’utilizzo di parametri ed azioni, creando così esperienze altamente personalizzate a livello di user experience, senza dover ricorrere a complessi workaround.


Migliorare le prestazioni e il costo dei processori



Scalare i servizi in background per l’utilizzo di Tableau Server può rappresentare un delicato equilibrio tra prestazioni e prezzo. Con la gestione avanzata di Tableau Server, è ora possibile pianificare il ridimensionamento dei processori in background. Questa nuova funzionalità consente di eliminare e aggiungere backgrounders in base alle esigenze. Quando i carichi di lavoro batch aumentano, è possibile aggiungere processori in background per migliorare la velocità.


Capire l’ambiente attraverso l’Activity Log


L’Activity Log (o registro delle attività) è ora disponibile nell’Advanced Management di Tableau Server. Questo permette di comprendere meglio come le persone utilizzano Tableau attraverso un file di log che fornisce informazioni su eventi e documenti strutturati. È inoltre possibile creare viste aggregate per analizzare l’attività dell’ambiente. Tableau è sempre pronto a sorprenderci con nuovi aggiornamenti e miglioramenti dei suoi prodotti. Ora è il momento di mettersi al lavoro e sfruttare questi miglioramenti.

Per ulteriori domande su Tableau vi invitiamo a contattarci all’indirizzo: info@theinformationlab.it

Speriamo che questo articolo vi abbia incuriosito e che continuiate a seguire il nostro blog.

Vi diamo appuntamento alla settimana prossima con altri consigli sulle nuove features di Tableau.

Alla prossima!

Pharma
Predictive analytics healthcare

Predictive analytics healthcare: come l’AI rivoluziona la medicina

Il mondo dell’healthcare è storicamente legato ai dati. Gli esami, le diagnosi, i successi degli...

Blog
tableau pulse

Tableau Pulse: La GeneAI sbarca su Tableau

Tableau Pulse, introdotto da Salesforce come parte della suite Tableau AI, sfrutta l’intelligenza artificiale generativa...