<< Back

Dati Healthcare: Snowflake e IQVIA a supporto delle aziende sanitarie

Con questo blog iniziamo la nostra serie “Pillole di Snowflake” per il 2022.

Il 2020 e il 2021 sono stati anni senza precedenti, e mai prima d’ora l’attenzione a livello globale si è focalizzata su dati correlati al mondo dell’healthcare, con particolare riferimento ai dati del covid-19.

Nel blog post di oggi dedicheremo dello spazio ad approfondire il discorso dei dati healthcare, focalizzandoci su una partnership di successo tra Snowflake e IQVIA, ad oggi la maggiore azienda nel mondo dei data e analytical services in ambito farmaceutico e sanitario con una presenza globale in più di 80 paesi.

Dati in sicurezza con Snowflake

Uno dei temi maggiormente ricorrenti per quanto riguarda i dati healthcare è quello relativo alla sicurezza dei dati sensibili.

Si vuole infatti assicurare:

  • la privacy dei pazienti e delle informazioni sanitarie;
  • la regolamentazione dei costi relativi all’healthcare (il prezzo dei medicinali, i trattamenti, i rimborsi etc)
  • il rispetto con le linee guida in merito alla qualità, sicurezza ed efficacia dei trattamenti, prodotti e procedure

A supporto dei punti appeni citati, sappiamo che Snowflake investe molte risorse nel tema della sicurezza: tra le principali certificazioni in ambito Healthcare Snowflake troviamo l’ HITRUST/ HIPAA e la GxP.

Condivisione dei dati healthcare tramite il Snowflake Marketplace

Nel marketplace di Snowflake sono presenti numerosissimi dataset contenenti dati sanitari e in particolare il dataset contenente i dati relativi alle statistiche del covid-19 è ad oggi ancora uno di quelli maggiormente consultati.

Tramite l’utilizzo del Snowflake Marketplace siamo in presenza di un network effect: Snowflake facilita la condivisione da aziende vogliono condividere dati con altre aziende o organizzazioni. Tutto ciò è possibile senza più dover copiare i dati ma semplicemente condividendoli.

Il marketplace di Snowflake permette infatti di scoprire e consultare dati pubblici e commerciali, riduce i costi di data integration attraverso un accesso diretto ai dati live (ready to query), non richiede procedure di ETL e consente di ricevere aggiornamenti real time in modo automatico.

Snowflake e IQVIA

Tra i dataset sanitari troviamo quello di IQVIA Data-as-a-Service.

IQVIA possiede la più estesa rete di dati sanitari

globali, con oltre 1 milione di data sources che forniscono l’accesso a più di 800 milioni di cartelle cliniche non identificate e più di 95 miliardi di cartelle cliniche elaborate ogni anno in oltre 100 paesi.

L’offerta Data-as-a-Service (DaaS) di IQVIA fornisce quindi una soluzione centralizzata di hosting e gestione dei dati per reperire, standardizzare, integrare e accedere ai dati IQVIA.

Come si realizza la partnership tra IQVIA e Snowflake?

Principalmente attraverso la creazione di prodotti e soluzioni di data warehouse, con la finalità di facilitare la condivisione di dati e informazioni con gli utenti finali.

IQVIA estrapola i dati da differenti locations a livello regionale (che prevedono anche una granularità diversa a seconda delle regions) e in seguito unisce ed armonizza questi dati in un global data model standardizzato.

I dati a questo punto sono spostati all’interno di Snowflake, a cui i clienti esterni possono accedere ed effettuare subscriptions.

I clienti inoltre a loro volta possono integrare i loro dati, così come i loro algoritmi di calcolo.

Diversamente dai tradizionali sistemi di data warehousing non c’è bisogno di caricare i dati, ma i clienti possono effettivamente comprendere i dati prima di integrarli nei loro sistemi aziendali. I dati infatti, una volta disponibili nel Marketplace di Snowflake, sono sempre disponibili e aggiornati in tempo reale.

Principali benefici di questa partnership in sintesi

  1. L’accesso ai dati è totalmente centralizzato;
  2. I dati sono standardizzati e integrati: IQVIA mette a disposizione – tramite il Global Data Model – dati sanitari standardizzati e completi;
  3. L’accesso ai dati è flessibile, così come la trasformazione e la connessione al dato. I dati si possono estrarre ed interrogare tramite i principali connettori presenti sul mercato (es. JDBC/ODBC/VDB/API);
  4. La delivery dei dati è più veloce: in pochi semplici step è possibile accedere alla configurazione e formattazione richiesta dei dati tramite il Big Data Transfer di IQVIA;
  5. Scalabilità: i clienti possono scalare rapidamente e migrare i dati per soddisfare le esigenze mutabili di volta in volta;

Per ulteriori domande su Snowflake vi invitiamo a contattarci all’indirizzo: info@theinformationlab.it Speriamo che questo articolo sui dati healthcare vi abbia incuriosito e vi diamo appuntamento al prossimo articolo di questa rubrica!

Alla prossima! ❄️

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.